Il matrimonio che vorrei

“L’amore è il desiderio fattosi saggio”
Hermann Hesse

Una coppia che sta insieme da 31 anni. Una vita sempre uguale: lui si sveglia alle 7:00, si veste e va in cucina, dove trova lei ai fornelli, intenta a preparargli la colazione, uova e bacon, ogni mattina. Lui si siede a tavola e mangia, sfogliando il giornale. Non una parola, non un saluto di buon mattino o un bacio. E poi via, verso il luogo di lavoro.

La sera? Si cena, poi lui si addormenta sulla sua poltrona, davanti alla tv. Lei lo sveglia ed entrambi si dirigono verso le loro camere da letto. Sì, marito e moglie dormono separati, da quella volta che lui aveva un po’ di mal di schiena e aveva pensato che sarebbe stato meglio se avesse dormito da solo, nella camera degli ospiti. Il mal di schiena è passato, ma l’abitudine a trascorrere la notte separati no.

Una sera lei prova a presentarsi nella camera da letto del marito, con indosso una elegante camicia da notte, e timidamente gli chiede di infilarsi tra le coperte con lui, ma ottiene un rifiuto. Decide allora che deve fare qualcosa per migliorare questo rapporto, compromesso da una routine che ha cancellato il desiderio, e usa tutti i suoi risparmi per acquistare un pacchetto di terapia intensiva di coppia presso un sessuologo del Maine.

Dopo grandi resistenze da parte del marito, i due partono e iniziano un percorso che li porterà, lentamente, a riscoprire la loro sensualità e la loro sessualità. Un percorso fatto di esplorazione (delle loro fantasie, dei loro desideri, delle difficoltà nel rapporto con l’altro) e di ricerca di una nuova e solida intimità.

Un film drammatico e divertente allo stesso tempo, che affronta l’argomento della crisi di coppia con grande delicatezza e precisione, grazie anche all’ottima recitazione dei due protagonisti, Meryl Streep e Tommy Lee Jones.

Un affresco realistico di quello che può accadere in una terapia sessuologica, un film ingenuo e spudorato, dolce e duro allo stesso tempo; un film sull’amore e le sue vicissitudini, sul sesso, la sua semplicità e la sua complessità.

Laura Salvai

Psicologa, psicoterapeuta, sessuologa clinica e terapeuta EMDR. Fondatrice del gruppo Facebook "PSYCHOFILM" e proprietaria di questo sito. "Il cinema? Una grande passione da sempre, diventata con il tempo anche uno dei miei principali impegni professionali".