Circeo

Circeo è una miniserie tv disponibile sulla piattaforma Paramount + che racconta uno dei più drammatici e terribili fatti di cronaca del nostro paese, già narrato da tre film precedenti: “I ragazzi della Roma violenta” e “I violenti di Roma bene”, del 1976 e il più recente “La scuola cattolica” (2021).

A differenza del lungometraggio di Stefano Mordini del 2021, che si è concentrato maggiormente sugli eventi occorsi nella villa sul promontorio del Circeo, teatro del massacro, e che descrive in maniera minuziosa le violenze psicologiche, fisiche e sessuali subite da Donatella Colasanti e Rosaria Lopez, la serie si focalizza maggiormente sui processi a Angelo Izzo, Gianni Guido e Andrea Ghira (per quest’ultimo, latitante, in contumacia) e sulle lotte femministe che hanno contornato tutte le fasi di questa triste storia.

Circeo, dunque, ha il pregio di non indugiare sui particolari terribilmente macabri della vicenda, e di privilegiare gli aspetti legali e politici del caso.

Circeo è una serie di qualità, molto curata nella sceneggiatura e con personaggi estremamente ben dipinti, non solo per l’incredibile somiglianza fisica che gli attori e le attrici hanno con i protagonisti reali della storia, ma anche per la cura degli aspetti psicologici, sociali e culturali che l’hanno caratterizzata.

Possiamo affermare che il cinema italiano sia bravo a raccontare le storie di true crime: dopo Gomorra, Gomorra – la serie, Romanzo Criminale, La banda della Magliana, Il capo dei capi, Arrivederci amore ciao, anche Circeo non delude le aspettative: la regia, la recitazione, la scenografia, la sceneggiatura, il montaggio, la presenza di scene tratte dal vero processo, che mostrano l’attenzione con cui la storia è stata riprodotta fedelmente, fanno di questa miniserie un prodotto interessante, oltre che culturalmente significativo.

Laura Salvai

Sono psicologa, psicoterapeuta a orientamento cognitivo-comportamentale, sessuologa clinica e terapeuta EMDR. Amo le storie e mi piace scriverle, leggerle, ascoltarle e raccontarle. Sono la fondatrice del gruppo Facebook "PSYCHOFILM" e la proprietaria di questo sito. Il cinema è per me una grande passione da sempre, diventata con il tempo anche uno dei miei principali impegni professionali.